• Infarto e ruolo dell'intervento di Bypass aortocoronarico

    Oggi l’incidenza annuale di infarto miocardico è molto alta ed è per questo che il bypass aortocoronarico è l’intervento chirurgico più eseguito in cardiochirurgia. Si tratta di una operazione che consente di superare una ostruzione di una o più arterie fondamentali per il nutrimento del cuore, portando il sangue laddove è necessario che arrivi.

    Scopri di più>>>

  • Stenosi aortica

    La stenosi aortica è una patologia valvolare molto frequente nei Paesi Occidentali, in modo particolare in Italia. Se il vostro medico o cardiologo vi dice che siete affetti da stenosi aortica, pensate ad una cosa: nel 99% dei casi c’è una soluzione.

    Scopri di più>>>

  • Insufficienza mitralica

    La insufficienza mitralica è una patologia molto frequente che può verificarsi a qualsiasi età. Si tratta di una delle patologie valvolari più frequenti, riscontrata nei Paesi occidentali. La insufficienza mitralica si presenta quando vi è una chiusura incompleta della valvola mitrale con conseguente reflusso di sangue dal ventricolo sinistro all’atrio sovrastante durante la contrazione del cuore (sistole ventricolare).

    Scopri di più>>>

  • Insufficienza tricuspidale

    La insufficienza tricuspidale è una patologia che interessa la valvola tricuspide, causandone un’incompleta chiusura. Ricevere una diagnosi di insufficienza tricuspidale isolata dal vostro cardiologo non è molto frequente.

    Scopri di più>>>

  • Insufficienza aortica

    L’insufficienza aortica può essere considerata una patologia subdola e silente che può rimanere asintomatica per anni, specie se è in forma lieve. Insufficienza aortica è il nome dato ad una patologia in cui la valvola aortica per diverse ragioni non è capace di svolgere il suo ruolo: il sangue, invece di procedere dal cuore verso il resto del corpo, torna indietro, facendo lavorare il cuore sempre peggio.

    Scopri di più>>>

  • Aneurisma aortico

    Per aneurisma aortico si intende la dilatazione della parete di un’arteria dell’aorta, sulla quale si viene a formare una sorta di rigonfiamento. Quando leggete nei referti parole come aneurisma, ectasia o dilatazione dell’aorta, generalmente il vostro medico intende un aumento (permanente) delle dimensioni di un segmento più o meno esteso di un vaso arterioso, in questo caso dell’aorta, il vaso sanguigno più grande dell’organismo.

    Scopri di più>>>